About


AVVISO


SIAMO LIETI DI COMUNICARVI CHE DA OGGI IL SITO FULL HACK CAMBIA DOMINIO!

PERTANTO VI INVITIAMO A SEGUIRCI SU 
FULLHACK-IT.BLOGSPOT.IT

POTRETE RAGGIUNGERCI DIRETTAMENTE DA QUI


LO STAFF  -  FULL HACK-IT

Cerca su Full Hack

martedì 1 marzo 2011

Windows va in crash : Ecco Cosa Fare

Può capitare che accendendo il computer ci si trovi di fronte ad una schermata nera o blu, che ci impedisce di accedere al sistema operativo. Le possibili cause sono molteplici: eliminazione accidentale di qualche file disistema o driver, variazione di alcuni parametri nelle impostazioni di avvio o altri piccoli errori che spesso commettiamo senza nemmeno accorgercene. Talvolta, quando la situazione non è disperata, è possibile rimettere tutto a posto con un ripristino del computer; quindi, senza dover necessariamente formattare o perdere ore nel cercare di reinstallare i file danneggiati. Lo strumento di ripristino è già integrato nei sistemi operativi Windows e può essere utilizzato in qualunque momento, sia in modalità provvisoria (una sorta di avvio selettivo che carica soltanto alcuni elementi dell’OS) sia in modalità normale (ossia con tutto il sistema operativo in esecuzione). A seconda della versione di Windows utilizzata (XP, Vista o Windows 7) l'interfaccia grafica dello strumento di ripristino varia leggermente e con essa anche alcune funzionalità (ma concettualmente lo strumento rimane lo stesso). Questo potente tool ci viene incontro anche quando installiamo accidentalmente un file malevolo e il nostro antivirus non riesce ad eliminarlo. Ripristinando infatti il sistema operativo ad una data antecedente l'installazione del malware (o di qualsiasi altro programma/driver che abbia compromesso la stabilità del sistema), sarà possibile riportare il computer allo stato in cui tutto filava liscio come l’olio.
Come funziona?
Ogni volta che spegniamo il computer eseguendo la procedura standard (dal menu Start), il nostro sistema operativo scatta un'istantanea dei file di sistema critici, di alcuni programmi e delle impostazioni di registro, memorizzando tali informazioni sotto il nome di “punti di ripristino”. Ogni volta che installiamo un driver incompatibile con la nostra versione di Windows o un software malevolo, oppure quando eliminiamo involontariamente un file di sistema importante, possiamo utilizzare lo strumento di ripristino per riportare il sistema operativo al momento in cui il problema non c'era. Il bello è che tale strumento opera unicamente sui file di sistema e sulle configurazioni dei programmi, senza modificare in alcun modo i documenti e i file presenti nel computer. Ciò significa che se ripristiniamo un punto creato un mese prima, i nuovi file creati nel PC, da quella data in poi, resteranno lì dove sono! Uno strumento potente, quindi, che vale la pena di imparare ad usare per cavarsi fuori dai guai e non dannarsi più a formattare e reinstallare tutto.
1 - Per accedere alla modalità provvisoria di Windows, accendiamo il computer e premiamo il tasto F8 subito dopo la schermata di caricamento del BIOS. Ci troveremo di fronte una schermata nera con alcune possibili scelte (scritte in bianco), che variano leggermente a seconda della versione di Windows utilizzata.
2 –Selezioniamo Modalità Provvisoria e aspettiamo che il sistema si avvii. Per accedere allo strumento di ripristino clicchiamo Start, andiamo in Tutti i Programmi e poi Accessori. Dentro la cartella Utilità di Sistema troveremo la voce Ripristino configurazione di sistema: clicchiamoci sopra.
3 –Nella finestra di ripristino di Windows clicchiamo Avanti per visualizzare i punti di ripristino disponibili. Possiamo mettere una spunta su Mostra ulteriori punti di ripristino per ampliare la nostra scelta e visualizzare quelli relativi agli ulteriori aggiornamenti di Windows Update.
4 - Selezioniamo un punto di ripristino e clicchiamo su Cerca programmi interessati (funzione non presente in Vista) per visualizzare i software e/o i driver che con esso verranno ripristinati. Vagliate le possibili alternative, scegliamo quella che si avvicina maggiormente alle nostre esigenze (che ipotizziamo risolva il problema) e clicchiamo Avanti.
5 - Clicchiamo Fine e poi su Si per procedere con il ripristino. Il computer verrà riavviato automaticamente ed un messaggio ci avviserà dell'avvenuto ripristino. L’operazione potrà richiedere anche diversi minuti, a seconda della quantità di dati da recuperare. Attendiamo fiduciosi…
6 - A riavvio completato, se non siamo soddisfatti del risultato ottenuto (quindi se il problema non è stato risolto), entriamo nuovamente nello strumento di ripristino (Passo A2) e optiamo per Scegli un punto di ripristino diverso, selezionando così un punto più vecchio del precedente (andando a ritroso troveremo la soluzione).





0 commenti:

Posta un commento

cosa ne pensi?

Official Sponsor FullHack

Twitter delicious Facebook Digg Stumbleupon Favorites More

 
Design by Free WordPress Themes | Bloggerized by Lasantha - Premium Blogger Themes | Best Web Host